Occhio al tatoo

Per il momento è stato sperimentato soltanto sui suini, però  i ricercatori  sono fiduciosi. Stiamo parlando del tatuaggio biosensore che cambia colore in caso di variazione dei parametri di glicemia. Il progetto di “rendere la pelle un display interattivo” viene condotto in collaborazione tra il MIT (Massachusetts Institute of Technology) e Harvard University, quindi due fonti assolutamente attendibili, ed  è denominato Dermal Abyss.

La responsabile del progetto, Katia Vega, ha spiegato che l’obiettivo è quello di rendere la pelle “uno schermo su cui leggere senza alcuna fatica l’andamento di valori basilari per la salute come la glicemia. Nel caso del glucosio, l’inchiostro da inserire sotto pelle come un vero e proprio tatuaggio passa dal blu al marrone scuro quando i valori di glicemia superano il limite considerato normale”.

Forse non è lontano il tempo in cui sarà possibile sostituire le fastidiose punture al dito: sarà sufficiente controllare il tatuaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *