Si studia sui vasi sanguigni

Con una ricerca su Nature un gruppo di scienziati ha annunciato di essere riuscito a far crescere in laboratorio imitazioni perfette dei vasi sanguigni umani, partendo da cellule staminali. Questi “organoidi vascolari” riescono a imitare in maniera sorprendentemente precisa la struttura e la funzione di veri vasi sanguigni umani e assomigliano ai nostri capillari anche a livello molecolare.

Si tratta di una ricerca che potrebbe risultare importantissima per il contrasto a gravi malattie vascolari come il diabete , come specifica anche Josef Penninger, autore senior dello studio: “Ogni singolo organo nel nostro corpo è collegato al sistema circolatorio. Ciò potrebbe potenzialmente consentire ai ricercatori di svelare le cause e i trattamenti per una varietà di malattie vascolari, dalla malattia di Alzheimer alle malattie cardiovascolari, ai problemi di guarigione delle ferite, agli ictus, al cancro e, naturalmente, al diabete”.

In effetti la ricerca potrebbe rappresentare un aiuto nella comprensione del comportamento dei vasi sanguigni che, nel caso delle persone con diabete, si trasformano diventando più spessi e creando problemi di circolazione. Una caratteristica che potrebbe risultare fondamentale per la creazione di composti chimici che possano bloccare l’ispessimento delle pareti dei vasi sanguigni e in generale per nuovi trattamenti per i pazienti diabetici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *